<|-- -->
Amazonia<BR>Association
Amazonia
Association
Amazzonia - Sviluppo Sostenibile sul Rio Jauaperì

Riserva Xixuau-Xiparina - Progetto Jauaperi - Salute - Istruzione - Elettricità Solare - Collegamento Internet - Trasporti - Conservazione - Ecoturismo - Artigianato - Cooperativa - Ricerca - Progetto Lontre Giganti - Agricoltura - Biodiversità -

Riserva Xixuau-Xiparina


amazonia.org
Homepage
Português - Italiano - English

23 Dicembre 2013

La Riserva Xixuau-Xiparina è nata dalla volontà dei nativi Caboclos e dalla loro profonda conoscenza della foresta. Nel 1992, con l'intento di preservare un’area ancora intatta di amazzonia, i Caboclos dell'alto Rio Jauperi hanno unito le loro terre e costituito l'Associazione Amazonia, di cui sono soci e fondatori. La Riserva Xixuau-Xiparina è situata nell’estremo sud dello stato di Roraima, in Brasile, 500 km a nord-est di Manaus capitale dello stato di Amazonas e 70 km a sud dell’equatore lungo il Rio Jauperi, affluente del Rio Negro. L’area misura 178.000 ettari ed è ricoperta di foresta primaria, a tratti inesplorata. Negli ultimi anni il numero degli abitanti della Riserva è cresciuto vertiginosamente e sono sempre più numerose le famiglie che fanno richiesta per entrare nella comunità Xixuau. La popolazione residente è passata da 10 abitanti nel 1992 a 120 nel 2005, di cui il 70% ha meno di 15 anni; la popolazione femminile è di circa 35 donne, di cui una decina sotto gli 11 anni di età. La foresta tropicale pluviale è tra le più ricche riserve di diversità biologica di tutto il pianeta: pur coprendo solo il 7% delle terre emerse ospita più della metà delle specie animali e vegetali viventi, la maggior parte delle quali ancora sconosciute. Inoltre, l’area ospita numerose specie in via d’estinzione quali la lontra gigante (Pteronura brasiliensis), il delfino di fiume (Inia geoffrensis e Sotalia fluviatilis), il lamantino (Trichechus inunguis), il giaguaro (Panthera onca), il caimano nero (Melanosuchus niger), il pirarucu (Arapaima gigas), l’aquila arpia (Harpia harpyja), la scimmia ragno (Ateles paniscus). I fiumi che delimitano la Riserva Xixuau-Xiparina hanno acque straordinariamente trasparenti il cui livello sale di 10-12 metri nella stagione delle piogge allagando ampi tratti di foresta e lasciando ristrette aree emerse di terra ferma. La stagione secca è invece caratterizzata da precipitazioni esigue e il livello dell’acqua si abbassa lasciando emergere grandi spiagge fluviali e formazioni rocciose. A nord della riserva si trova il territorio degli indios Waimiri-Atroari, che contribuiscono alla preservazione dell’area controllando l’accesso delle imbarcazioni da pesca nelle acque dell’alto Rio Jauperi. Per contribuire alla conservazione della biodiversità naturale l’Associazione Amazonia ha supportato numerosi progetti di ricerca scientifica in collaborazione con Istituti e Università brasiliane e straniere. Tra i principali ricordiamo il rilievo etno-botanico delle specie vegetali, lo studio delle credenze magico-religiose dei nativi, il censimento dei mammiferi non volatili e degli uccelli della Riserva. Attualmente in corso, il progetto di ricerca a lungo termine sull’ecologia e il comportamento di uno dei maggiori predatori delle foreste tropicali del Sud America: la lontra gigante.
   
Screen


Back to amazonia.org Home Page